Liorsi incontrano Jerry Springle ai microfoni di YesWe Radio

Domenica 29 aprile alla bireria Attenti al Luppolo di Noci (Ba) la cantante ucraina Jerry Springle ha incantato tutti.

Noi di Yes We Radio abbiamo pensato di affidare alla band nocese Liorsi i nostri microfoni per intervistare Jerry Springle prima del live.

Pronti via. A partire dal pomeriggio la giovane cantante di Kiev ha suscitato molta curiosità: alle 18:30 le casse erano accese sul piccolo palco per il più classico dei soundcheck e Oksana Semchenkova ha cominciato ad accordare il suo ukulele per poi suonare e cantare qualche brano. Molti passanti e qualche turista in giro per l'estramurale di Noci si sono avvicinati al palco, taluni per godere dello spetacolo, altri per immortalare il soundcheck con lo smartphone.

Con questo biglietto da visita, Oksana, in arte Jerry Springle, ha salutato Francesco e Nicola della birreria dopo aver bevuto un te caldo e ha preferito riposare prima del live.

Intanto Liorsi si sono impossessati dei microfoni di Yes We Radio!

Phil, Vitolorso e il nuovo chitarrista Gianvito hanno aspettato Jerry Springle per chiederle quali strumenti suonerà, quali preferisce, da quanto tempo è in giro per concerti e se l'Italia in qualche modo ha ispirato la cantautrice ucraina che ha anche partecipato a TheVoice nella sua terra natale.

ASCOLTA L'INTERVISTA, CLICCA QUI

Subito dopo l'intervista, Jerry Springle inizia il suo live. L'impressione sin dall'inizio è che si stesse ripetendo quello che era successo nel pomeriggio durante il soundcheck: il suono ritmato, ma delicato dell'ukulele e la bella voce di Jerry Springle catturano l'attenzione di tutti, tra brani inediti e cover che si possono ritrovare e riascoltare sul canale youtube dell'artista o acquistando ai suoi live il suo album inedito "Do not go to Paris" con packaging e artwork handmade.

Jerry Springle suona quasi due ore filate, il pubblico continua a raggiungere Attenti al Luppolo e non esita a complimentarsi con Oksana una volta terminato il live. Una serata calma e mite di buona musica a cui i nocesi cominciano a rispondere sempre più con la giusta curiosità che li spinge perfino ad abbassare la voce, a non disturbare l'ascolto degli altri, a non coprire la voce e la musica di Jerry Springle. Una serata che si chiude con Oksana che parla con chi l'ha ascoltata, che ringrazia per i complimenti inserendo qualche "grazie" e "buonanotte" tra le frasi in inglese persino al molesto suonatore di bongo che vuole a tutti i costi suonare per lei qualche brano.

Complimenti ai ragazzi di Attenti al Luppolo e grazie a Liorsi: molto probabilmente questo esperimento continuerà! Stay tuned!